Pupazza Frascatana: storia e origini

Visitando il Lazio, si viene attratti dai tipici forni dall’irresistibile profumo di pane e pizza freschi. Tra questi si troveranno anche delle deliziose  sorprese come la Pupazza Frascatana.

Pupazza Frascatana in Vetrina
Vetrina di un panificio a Frascati

Una volta dentro il negozio, è tipico restare imbambolati a scrutare la vetrina ricca di meraviglie dolci e salate, tra queste c’è qualcosa che non può restare inosservata per la sua peculiarità: l’inconfondibile forma di una donna con tre seni.

Si tratta di un gustoso e tipico biscotto laziale: La Pupazza Frascatana.

Perché tre seni?

La forma caratteristica della Pupazza si deve alla leggenda che ha come protagonista una balia che aveva la dote di riuscire a placare il più agitato e urlante dei neonati, proprio grazie al suo terzo seno.

Il quale aveva la caratteristica di produrre vino al posto del latte. Questo poi non era un vino qualunque ma rigorosamente Vino Frascati.

La Pupazza Frascatana
La Pupazza Frascatana

Per la sua storia e forma, la Pupazza è soprattutto simbolo di abbondanza nel Lazio. Ricorda un po’ la terra che grazie alla sua caratteristica ricchezza  permette di produrre e vivere dei suoi frutti.

Per questa ragione si tratta di un biscotto immancabile nei forni dei Castelli Romani. Viene prodotta da tutte le pasticcerie o panifici del territorio e ognuna ha la propria Pupazza, ognuna ha propria tradizione e allo stesso tempo ne reinterpreta la forma.

Forma per Pupazza Frascatana
La forma della Pupazza di Frascati

Questo crea un campo eterogeneo di Pupazze che decorano le vetrine visibili anche dai turisti durante le passeggiate per il bellissimo borgo di Frascati.

Il borgo che si trova poco distante da Roma è celebre per il suo prezioso vino Frascati DOC ed, non a caso, è anche il luogo dove nasce la leggenda della nutrice dai tre seni.

La Pupazza di Frascati: come gustarla

Come da tradizione vuole, il modo migliore per assaporare “l’abbondanza” di questo biscotto è insieme a un bicchiere di vino Frascati. Proprio come per le Ciambelline al vino.

Una delle più famose famiglie di pasticceri di Frascati è l’Antico Forno Molinari che produce la sua versione di Pupazza e anche il vino locale.

Potrai assaporare entrambi in compagnia di Oreste Molinari, uno dei fratelli della pasticceria che ti aprirà la sua vigna e ti racconterà le storie inedite della tipica vita dei contadini di Frascati. Per sapere di più, abbiamo raccontato qui il Tour #ColazioneContadina, un’esperienza unica nel suo genere.

Pupazza Frascatana: ingredienti e ricetta

In questi giorni in casa abbiamo un’ottima occasione per riscoprire le nostre abilità in cucina, e se hai voglia puoi provare a cucinare la tua Pupazza!

Ingredienti:

  • 500 grammi di miele di acacia
  • 250 ml di olio di oliva
  • 1/2 cucchiaino di aroma d’arancio
  • farina 00

Come fare?

Ti lasciamo qui il tutorial realizzato dal Terre Ospitali in collaborazione con la pasticceria Purificato

 

 

Viaggi correlati
Colazione Contadina in vigna
Tutto l'anno
39 € a persona
Frascati wine tour
Tutto l'anno
40 € a persona
Castelli Romani: Weekend di Vendemmia
settembre, ottobre
4 giorni / 3 notti